You are here: Home Per un "FIORE di NARDO" Papa Francesco perse la "MITRIA" Papa Francesco con un saio pieno di toppe

Papa Francesco con un saio pieno di toppe

E-mail Stampa PDF

Capitolo 1

< Francesco I >

"L'alba e il tramonto di un Papa mai nato"

Esiste a Roma una statua del 300 a.c, sopranominata

> Statua del Pasquino <


Statua in cui alla base si ritrovano ancora oggi motti sarcastici indirizzati a personaggi famosi. Motti inventati dai soliti romani giuggerelloni, eredi del famoso "Pasquino", autore ignoto di feroci libelli contro il Pontefice di turno o i Cardinali non troppo misericordiosi, come l'ultimo

"epigramma"

inserito sul protiro della Basilica Inferiore di Assisi


che suona più o meno così:

FRANCESCO I

"Per conservar lo stemma, el Papa confuse la dritta con la mancina, er Padre con il figlio, la Tiara con la Mitra, el pallio pontificio con quello vescovile, così alla fine al Vladimiro, el Giotto de li stemmi pontifici, toccò far nascere un fior di nardo da un grappolo dorato e tanti bottoncini verdi, rossi e dorati sulla bianca Mitra del Portale ad indicar, come il grande Leonardo, che la dritta è la mancina e la mancina diviene dritta.

< L'uva è stata spremuta >

< Il fiore di nardo è appassito>

< il bastone si è spezzato >

> Per un FIORE di NARDO Papa Francesco perse la “MITRIA<


http://www.sanfrancescopatronoditalia.it/foto/lo-stemma-di-papa-francesco-dipinto-da-padre-vladimiro-1919#.VZfEfjwcS6o

Epigramma che ritroviamo nello stemma di Assisi con un linguaggio ermetico, incomprensibile per il mondo profano, ma  altrettanto puntuale e inesorabile per gli iniziati agli antichi misteri, che cercano invano di avvertire il fratello gesuita, elevato al soglio pontificio, che ne è subito "esotericamente" disceso,


avendo letteralmente modificato il suo messaggio evangelico, senza rendersene conto, come l'Abate Martino, famoso per il detto

"Per un punto Martin perse la cappa"


La frase, quasi proverbiale, che sottolinea un

> "errore" <

riguardante un "particolare", apparentemente di scarsa importanza, comporta talvolta conseguenze disastrose, tanto da consentirci in questo articolo di servirsi dell'identico "epigramma" - sostituendo "il punto" con "il fiore" cosi da poter crearne uno dedicato all'alba e al tramonto di uno stemma e di un Papa mai nato

Per un "fiore mai nato" Papa Francesco perse lo Stemma, il Pallio, la Mitra e il Bastone pastorale"

Stemma diventato altrettanto anacronistico e contradditorio, come indicato in questo stemma

poi rimosso e modificato con l'eliminazione di alcuni "puntini" cambiando il senso criptico del messaggio.


Capitolo 2

>Il simbolo velato e ri-velato <

E che  l'esito appaia sempre più scontato lo dimostra la cerimonia appena svoltasi a Sarajevo, il 6 giugno 2015 , in cui il bastone pastorale si è improvvisamente rotto. Piccolo incidente per Papa Francesco durante la sua visita a Sarajevo, come riporta dal quotidiano " la Stampa"

"la ferula del Pontefice a forma di crocifisso si è rotta"

http://tv.ilfattoquotidiano.it/2015/06/06/papa-francesco-a-sarajevo-si-rompe-bastone-pastorale-riparato-con-scotch/380776/

Si è quindi  prima cercato un possibile

< bastone sostitutivo >

Ma non trovandolo, è stato riparato il pastorale con il

> "nastro adesivo grigio" <

?? la ferula pontificia si è spezzata??

http://soscollemaggio.com/images/stories/pellegrinaggio/papa-francesco-a-sarajevo-ferula%20spezzata.jpg

Ma non sempre si può avanzare e agire come un semplice

"Pellegrino"

con un "pastorale" ridotto ad un bastone da eremita.

Lo si può fare in privato e in particolari cerimonie tra

"confratelli gesuiti"

come nella Messa di ringraziamento del 3 gennaio 2014 in onore del nuovo Santo gesuita Pietro Favre

In questa cerimonia molto suggestiva, presenti tutti i più alti gradi della Compagnia

< Papa Francesco >

è entrato in Chiesa camminando come fanno solitamente i semplici. Non aveva infatti  con sé

"il Pastorale"

"Simbolo di Autorità" e di "Ministero Pastorale",

indossando

"l'identica casula"

con "i simboli" della Compagnia, indossati anche dal suo confratello Padre Generale, che"non"si è certo privato del

"Grado supremo della Milizia di Gesù"

grado riconosciuto dallo stesso Bergoglio (mostratosi suo confratello di milizia), anzi - come vedremo - facendolo valere al momento opportuno con estrema discrezione e tatto.

< Chi di "PENTALFA" colpisce, di "PENTALFA" perisce >

http://soscollemaggio.com/it/chi-di-qpentalfaq-colpisce-di-qpentalfaq-perisce.html


Capitolo 3

?! Vescovo di Roma !?

Ma non è che l'ultimo segnale dai chiari significati mistici  simbolici. Negli ultimi due anni del pontificato di Papa Francesco qualcosa sembra infatti essere decisamente cambiata, anche se pochi se ne sono resi conto, apparendo sempre di più, non il Pontefice, ma semplicemente il

“Vescovo di Roma”

Francesco ha del resto sottolineato più volte la sua volontà di essere un

“Primus inter Pares"

> Vescovo di Roma = Vescovi del Mondo <


a cui nelle cerimonia del 2014 ha imposto il

“Pallio Pale a croci nere"